Non vuoi più queste placche nelle tue arterie? 

Allora devi impedirne i presupposti e diminuire il "colesterolo cattivo"

shadow-ornament

La trasformazione è possibile.

Si, è possibile abbassare la colesterolemia.

E' possibile utilizzando adeguati alimenti.

Le solite indicazioni sulla dieta

che leggiamo in tutti i siti internet

non danno i risultati sperati.

shadow-ornament

Il primo errore che si fa è quello di pensare che la nostra colesterolemia provenga dal colesterolo dei cibi che mangiamo come se il nostro corpo fosse un sacco che grezzamente trattiene tutto ciò che viene messo dentro!

 

ERRORE!

 

Contrariamente a quello che si pensa, la maggior parte del colesterolo che circola nel nostro sangue non è assorbito dagli alimenti che lo contengono, se non in una piccola parte, circa il 10, 20%.

 

Questo per far sì che il nostro organismo ne abbia sempre a disposizione,anche nei periodi di momentanea carestia, a causa delle  funzioni fondamentali che svolge.

 

Studi più recenti e raffinati dimostrano inoltre che c'è un meccanismo di feed back nella sua produzione, cioè un meccanismo di regolazione:

più colesterolo si introduce con la dieta e meno se ne produce nel fegato, viceversa meno colesterolo si introduce è più il fegato ne sintetizza.

 

E qui crolla una delle certezze che gli esperti di alimentazione ci hanno propinato per anni, cioè che che evitando di mangiare alimenti contenenti colesterolo si possa abbassare la colesterolemia: non è così, quindi per abbassare il colesterolo non serve a niente astenersi dal mangiare cibi che lo contengono, non è questa la soluzione.

 

L’altro errore è quello di credere che allora siano gli alimenti contenenti grassi saturi a causare l’innalzamento della colesterolemia, ma allora guardiamo al fenomeno del

 

paradosso francese (french paradox)

 

secondo il quale in Francia, nonostante l’alto consumo di cibi ricchi di colesterolo, di grassi saturi come lo è il formaggio, il burro o le carni rosse, e di vino, ci sia una incidenza di malattie cardiovascolari minore rispetto ad altri paesi dieteticamente comparabili, in modo particolare di malattie delle coronarie.

Se fosse vero che i grassi saturi causano la placca aterosclerotica ci sarebbero allora molti più casi di infarti ed ictus, invece in Francia ci sono 178 decessi per malattie cardiovascolari per 100.000 abitanti, contro una media europea di 267.

I Francesi muoiono  molto meno degli altri Europei di infarto ed ictus! 

 

Ma allora cos’è che fa produrre il colesterolo?

Che cosa stimola la sua produzione?

La causa principale che determina i nostri livelli di "colesterolo cattivo" è:

 

 l’insulina

 

 stimolata dai cibi insulinici.

Per adesso ci basti sapere questa cosa, cioè che controllare l’insulina è la prima cosa da fare e la più importante.

Vedremo poi in seguito come possiamo fare a controllarla con gli alimenti .

Nella prossima mail ti darò altre informazioni utili.

shadow-ornament

Chi sono.

Mi chiamo Franco Conti.

Sono un farmacista iscritto all'Albo dei Farmacisti della provincia di Varese al nr. 2023.

Durante il mio lavoro di farmacista al pubblico mi sono accorto che c'è molta disinformazione sul colesterolo e le sue implicazioni.

Spesso viene visto come una malattia o qualcosa di cattivo.

Quindi ho deciso di aiutare le persone che hanno elevati valori di colesterolo a capire quali sono le sue importanti funzioni ed impostare una strategia alimentare che possa diminuire le lipoproteine LDL cioè il cosiddetto "colesterolo cattivo".

In questo modo sarà possibile ridurre i dosaggi dei farmaci e quindi ridurre i loro effetti collaterali.